Kalowski Racconta

Centro Internazionale di Ricerca Sistemica Marcello Kalowsky

Marcello Kalowski

Ha lavorato a lungo, come assistente sociale senior, per HIAS (Hebrew Immigration Aid Service), un’organizzazione ebraico-americana che fornisce assistenza umanitaria e aiuti ai rifugiati.

Scrittore, tre dei suoi libri più famosi (“Il silenzio di Abramo”, Laterza 2015; “La scuola dei giusti nascosti”, Besa 2018; “Tariq l’obbrobrio'”, Besa 2022) affrontano e sviluppano i temi del valore della memoria, della centralità dell’essere umano, del rispetto della diversità. In CIRS è curatore di un blog sulla Ricerca Sistemica e sulla lotta al pregiudizio e a tutte le forme di discriminazione.

Tutti gli articoli dell’autore

  • Cloe
    “Qui finisce tutto”. Sono le ultime parole della lettera-testamento che Cloe Bianco ha affidato al suo blog prima di farla finita tra le fiamme del furgone in cui viveva. Cloe era una donna transgender che un giorno ha deciso di essere finalmente sé stessa, di spezzare le catene che imprigionavano il suo corpo e la sua anima e conquistarsi ciò… Leggi tutto »Cloe
  • Jack e Fidel
    Il bianco degli occhi affondava nella notte come lame che, sfidandosi e incrociandosi, sprigionavano scintille di pensieri carichi di diffidenza. Un gabbiano si levò in volo garrendo indispettito. Fu il più piccolo dei due a rompere il silenzio con una vocina acuta che faticava a mantenersi ferma. “Io mi chiamo Jack e ti prego di non farmi del male. Qui… Leggi tutto »Jack e Fidel
  • I cugini d’America
    I “parenti d’America” sono stati un sogno che, per decenni, ha popolato il nostro immaginario. Più che sancire un’appartenenza, i “parenti americani” hanno simboleggiato la tensione verso il riscatto, l’emancipazione da una condizione miserevole e provinciale, verso una vita piena di promesse, incarnate dai ragazzoni ipernutriti che scorrazzavano lungo la penisola durante la guerra. Avere parenti americani voleva dire raggiungere… Leggi tutto »I cugini d’America
  • La banalità del bene
    Sono in giro per l’Italia per presentare il mio libro. Soliti appuntamenti: librerie, biblioteche, sale comunali, soprattutto scuole. E durante queste mie peregrinazioni “capita” il 9 di maggio, giorno pieno zeppo di memoria. Festa dell’Europa, memoria della dichiarazione Schumann. Parata sulla Piazza Rossa a Mosca, memoria della lotta vittoriosa contro il nazismo. Commemorazione delle vittime del terrorismo e delle stragi.… Leggi tutto »La banalità del bene
  • Razzismo e Mobbing vis-à-vis
    Una delle caratteristiche di ogni comunità, che si tratti della tradizionale Gemeinshaft fondata su vincoli di appartenenza come la parentela o la vicinanza, oppure della weberiana “ comunità del sentire “, è quella di accogliere con favore solo narrazioni che non mettano in discussione l’omogeneità, l’equilibrio, il sentire comune, spontaneo o indotto che sia. E, per impedire che questo accada,… Leggi tutto »Razzismo e Mobbing vis-à-vis

Incontro con gli studenti del Liceo Statale “Maria Immacolata” di San Giovanni Rotondo

Se non visualizzi correttamente il video, clicca sul pulsante “Accetto” della politica dei Cookies del sito, oppure guarda il video su YouTube a questo link.