• CIRS

Cosa possiamo imparare da questa crisi? La competitività

L’Italia sarà più reattiva e competitiva se saprà porre le premesse per il successo delle sue imprese, rafforzandone la capitalizzazione e aumentandone la dimensione media e la produttività, creando lavoro di qualità e adeguatamente remunerato – a partire dai giovani – e favorendo gli investimenti e lo sviluppo di competenze all’insegna dell’innovazione di prodotto e di processo. In tale prospettiva, è necessario ridurre costi e tempi di attraversamento dei servizi pubblici sia per le famiglie e gli individui, sia per le imprese e il terzo settore. Bisogna inoltre cogliere l’opportunità di far emergere l’economia sommersa e ridurre le ampie zone di evasione fiscale e contributiva, per consentire al Paese che uscirà dalla crisi di garantire il rispetto dei diritti di tutti i lavoratori e l’attuazione del principio costituzionale “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”. Una tale trasformazione produrrebbe benefici anche in termini di aumento della produttività e dell’attrattività del sistema economico italiano.


(fonte: Iniziative per il rilancio “Italia 2020-2022”)




0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti