L’equilibrio del vostro corpo (cioè la “salute”) è in grado di autorigenerarsi tramite meccanismi interni di regolazione (autopoiesi).

Il medico interviene quando il corpo non può guarire se stesso, tanto più incisivamente tanto più è grave lo scompenso.

La ricerca medica sta sposando la TEORIA SISTEMICA: non si limita più a curare i sintomi o le singole parti colpite, ma studia come la malattia colpisce l’insieme organico e mentale.

L’APPROCCIO SISTEMICO VALORIZZA LA MEDICINA TRADIZIONALE AFFIANCANDOLA A PRATICHE INTEGRATIVE E SUPPORTO PSICOLOGICO: IN QUESTO MODO POSSONO
ESSERE RAGGIUNTI METODI DI CURA CHE ALLA POCA INVASIVITÀ UNISCONO L’EFFICACIA E L’ATTENDIBILITÀ.