Gli odori, composti da una combinazione di 50 note olfattive di base, consistono di molecole chimiche volatili recepite da neuroni olfattivi raccolti nelle fosse nasali.

Sviluppiamo l’olfatto sin dal terzo mese di vita intrauterina: gli odori associati a situazioni piacevoli o sgradevoli possono suscitare emozioni anche a distanza di molti anni.

Allenatevi per un minuto al giorno ad annusare i vostri odori preferiti e confrontatevi (l’olfatto femminile è più sensibile di quello dell’uomo, che cala in età meno avanzata!)

“ANOSMIA” E “IPOSMIA” (ASSENZA E CALO DELL’OLFATTO) SONO CAUSATE DA FUMO E
INVECCHIAMENTO; MA SONO ANCHE SINTOMO DI PARKINSON, ALZHEIMER, DIABETE MELLITO DI
TIPO DUE, INFEZIONI RESPIRATORIE E INTOSSICAZIONI DA SOSTANZE CHIMICHE. ROVINANO
ANCHE IL GUSTO, PROVOCANDO ECCESSIVO CONSUMO DI SALE, RAPPORTI PATOLOGICI COL CIBO
E DEPRESSIONE. NON SOTTOVALUTATE NESSUN ASPETTO DELLA VOSTRA SALUTE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *