PIÙ ALTO È IL NUMERO DI BATTITI, PIÙ IL CUORE INVECCHIA

Il sangue opera due tipi di pressione sulle pareti delle arterie: la sistolica (massima) è la forza con cui il cuore pompa; la diastolica (minima) è la resistenza incontrata dal sangue che scorre nelle arterie.

Misurate la pressione arteriosa tra le 6 e le 9 del mattino. Il grasso addominale, producendo ormoni e avendo capillari più lunghi che costringono a un più grande sforzo il cuore, è la maggior causa di aterosclerosi.

Vecchiaia ed emozioni influiscono, ma l’alimentazione è la chiave: monitorate gli sbalzi glicemici e adottate una dieta povera di sodio, formata per l’80% di alimenti vegetali e il 20% animali, privilegiando il pesce.

I VALORI DI MASSIMA E MINIMA (PUR OSCILLANDO NEL CORSO DELLA GIORNATA) DOVREBBERO RIMANERE TRA I 130/90, COSÌ  COME I BATTITI CARDIACI NON DOVREBBERO SUPERARE GLI 80; INOLTRE LA CIRCONFERENZA DELLA VITA TROVA LIMITE NEGLI UOMINI A 98 cm,  E NELLE DONNE A 88cm. ATTIVITÀ  AEROBICA ED ESERCIZI DI RESISTENZA VI AIUTERANNO NELLA LOTTA ALL’IPER-TENSIONE!